Emergenza idrica

Al verificarsi di un'emergenza idrica, con necessità di trasporto di acqua potabile, il Sindaco, o suo delegato, invia al Corpo permanente la relativa segnalazione, corredata dal modulo dati. L'invio è effettuato per posta elettronica all'indirizzo so115.trento@provincia.tn.it, dopo aver notificato il problema telefonicamente al numero d'emergenza 112. La notifica telefonica può essere fatta dal gestore dell'acquedotto; il gestore valuta l'opportunità di procedere ad una disinfezione aggiuntiva dell'acqua trasportata, nel punto di scarico.
Il Corpo permanente interviene solo in situazioni di emergenza, non per trasporti programmati, e comunque per un massimo di tre giorni consecutivi dalla dichiarazione dell'emergenza medesima. Il trasporto è subordinato alla disponibilità di personale ed automezzi. L'idoneità della viabilità di accesso ai punti di prelievo e scarico dell'acqua è sotto la responsabilità del richiedente il servizio.
Il soccorso può essere prestato anche a favore di installazioni zootecniche, ma solo se il gestore non è grado di provvedere in proprio. Con la richiesta, il Sindaco o suo delegato certifica tale impossibilità e dichiara l'opportunità di porre il servizio a carico dell'ente pubblico.
Si rammenta la necessità di informare anche l'Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari - Unità Operativa Igiene e sanità pubblica, ed il Servizio Prevenzione Rischi della Provincia Autonoma di Trento. 

AllegatoDimensione
PDF icon modulo dati stampabile44.94 KB
PDF icon Modulo richiesta708.9 KB
File NModulo richiesta editabile688.31 KB